logo Università degli Studi di Firenze

home > analisi > analisi chimiche, microbiologiche e biomolecolari

Analisi chimiche, microbiologiche e biomolecolari

Analisi

Analisi chimiche

  • Acidità volatile
  • Acidità titolabile totale
  • Acidità totale
  • Acido acetico
  • Acido butirrico
  • Acido D e L-lattico
  • Acido L-malico
  • Ammine biogene (istamina, tiramina, putrescina, feniletilammina, cadaverina, etanolammina, agmatina, spermina, spermidina)
  • Anidride solforosa libera e totale
  • Antociani copigmentati
  • Antociani totali
  • Attività dell’acqua
  • Caratteristiche cromatiche (intensità e tonalità del colore, indice di polifenoli totali, caratteristiche cromatiche secondo metodologia CIELab)
  • Etanolo
  • Etile acetato
  • Fenoli totali
  • Fenoli volatili (etil-fenolo, etil-guaiacolo, vinil-fenolo e vinil-guaiacolo)
  • Fruttosio
  • GABA (acido gamma-aminobutirrico)
  • Glicerina
  • Glucosio
  • Glutatione ridotto e ossidato
  • Glutine
  • Maltosio
  • Maltotriosio
  • Mannitolo
  • Melatonina
  • N alfa-aminoacidico
  • N proteico
  • totale
  • pH
  • Potere antiossidante
  • Profilo amminoacidico
  • Profilo antocianinico (malvidina-glucoside, cianidina-glucoside, delfinidina-glucoside, petunidina-glucoside, peonidina-glucoside, derivati acetilati e cumarilati, vitisina A e B)
  • Profilo degli acidi grassi
  • Profilo degli alcoli superiori (1-propanolo, i-butanolo, n-butanolo, 2-metil-1-butanolo, 3-metil-1-butanolo, 1-pentanolo, ecc..)
  • Profilo fenolico (acidi idrossi-benzoici ed idrossicimmamici, flavonoli, flavan-3-oli ecc..)
  • Quercetine e altri flavonoli (miricetina e campferolo, sia nelle forme glicosidiche che agliconiche )
  • Raffinosio (oligosaccaridi della famiglia del raffinosio)
  • Saccarosio
  • Tirosolo e idrossitirosolo
  • Trealosio
  • Umidità

Analisi microbiologiche e biomolecolari

Analisi per quantificare i microrganismi presenti in matrici alimentari:

  • Conte vitali in piastra per quantificare e isolare lieviti, batteri e muffe su mezzi selettivi e/o differenziali;
  • Conte di cellule vitali, vitali non coltivabili, morte mediante microscopia ad epifluorescenza;
  • Real time PCR per verifiche di presenza/assenza ed eventualmente quantificare microrganismi indesiderati.

Analisi per l’identificazione alla specie dei microrganismi:

  • Lieviti e muffe: ITS-restriction fragment length Polymorphism (RFLP), sequenziamento regioni specifiche del DNA, prove fenotipiche;
  • Batteri: Amplified 16S rDNA restriction analysis (ARDRA), sequenziamento regioni specifiche del DNA, PCR con primer specie specifici, prove fenotipiche.

Analisi per la caratterizzazione al ceppo dei microrganismi:

  • Lieviti: analisi di restrizione del DNA mitocondriale, Random Amplification of Polymorphic DNA (RAPD), analisi PCR di microsatelliti e minisatelliti del DNA cromosomico, amplificazione di sequenze  (Saccharomyces cerevisiae);
  • Batteri: Random Amplification of Polymorphic DNA (RAPD), multiplex RAPD

Elaborazioni statistiche

  • Statistica descrittiva;
  • T-test e test del chi quadro;
  • Analisi della varianza;
  • Analisi dei cluster;
  • Analisi delle componenti principali e discriminante,
  • Studi di correlazione;
  • Utilizzo di disegni sperimentali per valutare il contributo dei vari parametri di processo sull’ecologia microbica; Fit dei dati sperimentali a equazioni polinomiali.
 

Pacchetti

Pacchetti di analisi per il vino:

  • Controllo microbiologico e chimico della fermentazione alcolica
  • Determinazione delle popolazioni microbiche (lieviti Saccharomyces e non-Saccharomyces);
  • Analisi chimiche dei principali parametri per il monitoraggio dell’andamento della fermentazione alcolica (glucosio, fruttosio, etanolo, acido acetico).
  • Controllo microbiologico e chimico della fermentazione malo-lattica
  • Determinazione delle popolazioni microbiche (batteri lattici);
  • Analisi dell’acido malico.
  • Su richiesta
  • Analisi delle ammine biogene (istamina, tiramina, putrescina, feniletilammina, cadaverina, etanolammina, agmatina, spermina, spermidina); Analisi dell’acido D e L lattico.
  • Controllo microbiologico e chimico dei vini in affinamento
  • Determinazione delle popolazioni microbiche (lieviti, batteri lattici, batteri acetici);
  • Analisi chimiche necessarie per la caratterizzazione del vino (glucosio, fruttosio, etanolo, acidità volatile, pH, solforosa, acido malico, acido D e L lattico, mannitolo).
  • Su richiesta
  • Analisi dei fenoli volatili (etil-fenolo, etil-guaiacolo, vinil-fenolo e vinil-guaiacolo);
  • Analisi delle ammine biogene (istamina, tiramina, putrescina, feniletilammina, cadaverina, etanolammina, agmatina, spermina, spermidina).
  • Controllo microbiologico e chimico della contaminazione da Brettanomyces
  • Analisi microbiologiche con metodica classica e/o molecolare di Brettanomyces spp.;
  • Analisi dei fenoli volatili (etil-fenolo, etil-guaiacolo, vinil-fenolo e vinil-guaiacolo).
  • Caratterizzazione della quercetina nei vini
  • Analisi dei vini
  • Caratteristiche chimiche (acidità totale, pH, solforosa, etanolo);
  • Analisi delle quercetine e altri flavonoli (miricetina e campferolo, sia nelle forme glicosidiche che agliconiche );
  • Stima degli antociani liberi copigmentati.
  • Analisi dei precipitati
  • Osservazione al microscopio;
  • Analisi delle quercetine e altri flavonoli (miricetina e campferolo, sia nelle forme glicosidiche che agliconiche ).

Pacchetti di analisi per gli impasti:

Definizione della qualità delle farine
Verifica della stabilità del lievito madre:
  • Analisi chimiche di substrati e prodotti del metabolismo microbico
  • Analisi microbiologiche per quantificare lieviti e batteri
  • lattici Identificazione alla specie e caratterizzazione al ceppo di lieviti e batteri lattici
Controllo del processo di produzione
  • Analisi chimiche di substrati e prodotti del metabolismo microbico
  • Analisi microbiologiche per quantificare lieviti e batteri lattici
  • Identificazione alla specie e caratterizzazione al ceppo di lieviti e batteri lattici
  • Verifica della qualità organolettica del prodotto finito.
Verifica della qualità del prodotto finito e della sua shelf life:
  • Analisi chimiche di substrati e prodotti del metabolismo microbico durante la shelf life
  • Verifica della qualità organolettica del prodotto finito durante la shelf life
  • Digeribilità
Verifica delle proprietà nutrizionali del lievito madre.
  • Quantificazione dell’acido gamma ammino butirrico
  • Componente azota (aminoacidi, peptidi bioattivi)
  • Fattori antinutrizionali (oligosaccaridi della famiglia del raffinosio, fitati)
  • Capacità antiossidante
  • Digeribilità
  • Polifenoli
  • Polisaccaridi

RICHIEDI UN PREVENTIVO O CHIEDI INFORMAZIONI